Onde piatte: come realizzarle con i nostri consigli

Cool, inusuali, vintage: sono le onde piatte sui capelli, un trend che si candida a diventare un evergreen. Perché il look wavy piace a tutte. Ecco come realizzarlo

Si chiamano flat waves – la traduzione italiana è onde piatte – ed è uno degli hair look più amato dalle star e dagli stilisti che, nelle ultime stagioni, lo hanno proposto sulle teste delle modelle. Il motivo è chiaro: è un hair style elegante e sensuale facilmente personalizzabile. Le onde piatte hanno un vantaggio non da poco sugli altri hair look: regalano un tocco glamour senza però dare un effetto “esagerato”. Infatti, non creano volume come le onde tipiche degli anni Cinquanta e Ottanta, pur conservando un allure vintage che le rende uniche. Noi le consigliamo: creano movimento e texture sulla chioma ma in modo discreto sia se i capelli sono fini sia, se invece, le chiome sono folte e spesse. Insomma, non resta che provarle. Nei prossimi paragrafi trovi tutti i consigli utili per realizzare questo hair look.

Capelli a onde: tutti i consigli di styling

VEDI ANCHE

Capelli a onde: tutti i consigli di styling

Flat waves: la piega con onde piatte morbide

Prima di tutto, fai un check per verificare di avere tutto l'occorrente per realizzare questo effetto ondulato naturale sui capelli. Piastra o ferro sono un must (anche se esiste più di un metodo per ricreare le onde senza, lo vedremo successivamente). Spray lucidanti e texturizzanti pure sono necessari per “bloccare” la messa in piega e farla durare più a lungo. Attenzione, però: se hai i capelli mossi potrebbero essere necessari più passaggi (piastra lisciante + ferro, per esempio). Ecco perché le flat waves sono più indicate sui capelli lisci e di media lunghezza (ma anche sui corti, come suggeriscono i look degli anni Quaranta!)

Capelli onde piatte come farle

Passiamo alla parte pratica. Prepara la giusta base per le onde vaporizzando uno spray texturizzante sui capelli e poi asciugali perfettamente. Scegli una piastra tubolare e lavora le lunghezze senza avvicinarti troppo alla radice per dare un finish accennato, mai troppo definito. La piastra va tenuta in diagonale per dare il movimento naturale. Una volta ricreata l'onda, tienila ferma con le dita per qualche secondo e poi lascia le punte al naturale. Lavora le ciocche una a una e senza fretta per fare in modo che tu non debba passare la piastra o il ferro una seconda volta.

Come avere delle onde perfette con i nostri consigli

VEDI ANCHE

Come avere delle onde perfette con i nostri consigli

Flat waves: a chi sono consigliate

Questo tipo di acconciatura è perfetta sui capelli lisci soprattutto di media lunghezza. Caratteristica delle flat waves è la loro delicatezza: ecco perché non sono indicate sui capelli ricci, difficili da domare e su quelli molto lisci che avrebbero difficoltà a reggere la messa in piega. Per quanto riguarda la lunghezza, sul cortissimo sono impossibili da realizzare come sui capelli molto lunghi. In questo caso meglio optare per le più classiche (e sempre glam) beach waves.

Flat waves senza piastra

Come anticipato, è possibile realizzare le onde piatte senza usare la piastra. Il modo più easy è creare le onde...con le dita! Come? Attorciglia sulle dita una ciocca di capelli e asciugala continuando ad attorcigliarla su se stessa. Ripeti l’operazione per tutte le ciocche fino a che non avrai ottenuto uno splendido effetto leggermente mosso e piatto da fissare poi con un spray ad hoc. Altro trick che avrai visto fare dalle nonne, è dividere la chioma in diverse ciocche arrotolandole intorno a una fascia di stoffa de indossare ben attaccata alla testa. Tienila in posa per tutta la notte e dopo avrai delle bellissime onde morbide delicate (che potrai definire con lacca, spray o cera modellante). Tra i tanti strumenti alternativi, come dimenticare i beccucci d'oca o i più classici bigodini? Nel primo caso lavora le piccole ciocche girandole sulla lunghezza e poi bloccale con il beccuccio asciugando i capelli con il diffusore. Stesso procedimento con i bigodini. Ricorda che le ciocche piccole vanno avvolte nei bigodini piccoli, quelle grandi nei bigodini più voluminosi. Il metodo più semplice fra tutti resta, però la treccia – o meglio le trecce. Basta dividere i capelli in più trecce prima di andare a dormire per svegliarsi con un look wavy delicato (opta per trecce molto morbide e mai troppo piccole) da lavorare successivamente con le mani.

Riproduzione riservata
dmbeauty

2.868 posts 445k followers

Make up your life

Beauty cards