Taylor Swift

Addio, bob! Quest’estate va di moda lo shag (dall’inglese, capelli arruffati), il taglio scalato e spettinato dall’allure grunge che spopolava già negli anni Settanta fra le ragazze del rock, da Deborah Harry a Patti Smith a Chrissie Hynde (lei li porta ancora così).

Oggi fa tendenza tra le le star, le modelle e le it-girl. Alcuni esempi? Alexa Chung, fra le prime a sfoggiarlo, Jessica Alba, Taylor Swift (nella foto) e la top model Freja Beha Erichsen che ha dichiarato a Vogue Uk di farselo da sola. Tu non provarci: per un look così ci vogliono la mano di un esperto e i nostri consigli.

Lo shag: il taglio del momento si ispira agli anni settanta

Prevede volume sulla testa, punte molto sfilate e frangia. Provalo se i tuoi capelli arrivano alle spalle e cerchi uno stile trendy e pratico

LO SHAG VISTO IN SFILATA

Lo shag ha conquistato non solo le celeb: è stato anche il taglio più gettonato sulle passerelle e

Lo shag ha conquistato non solo le celeb: è stato anche il taglio più gettonato sulle passerelle estive.

Anna Sui, per esempio, ne ha fatto sfilare una versione rock, super scalata ai lati e con una frangia lunga da portare aperta, “a tendina”.

John Galliano (foto), invece, propone un look più romantico e mosso con onde naturali e punte leggermente sfilate.

Cos'è lo shag

«È il taglio sfilato medio-lungo delle bad girls degli anni ’70 e ’80 ma in una nuova versione, rivisitata e bon ton» spiega Simone Maio, hairstylist del salone Ertè Spa&Beauty Salon di Genova.

«La lunghezza resta la stessa, appena sopra le spalle, i lati sono molto scalati e le punte super sfilate. Ma al posto della frangia che copriva tutta la fronte, adesso si preferisce un ciuffo “a tendina” morbido e svolazzante, che cade su un lato del viso».

A chi sta bene lo shag

«Lo consiglio a chi ha i capelli sottili perché la scalatura in generale dà movimento» spiega l’hairstylist. «Se invece hai una chioma folta, accentua lo scalato ai lati così alleggerisci i volumi. Lo shag di solito sta bene ai volti spigolosi, perché i ciuffi laterali addolciscono i tratti. Ai visi lunghi suggerisco una frangia più netta e pesante per accorciare le proporzioni». E quelli piccoli non rischiano di scomparire? No, se la scalatura ai lati è decisa, l’ovale spicca e non resta nascosto.

Come si porta lo shag

«Lo shag è un taglio pratico e facile da gestire. Va asciugato in modo molto naturale, meglio se a testa in giù, spettinando i capelli con le dita per dare volume» afferma Maio. Per lo styling ti servono pochi prodotti: se vuoi ottenere un effetto satinato e togliere il crespo, applica sulla chioma umida qualche goccia di olio.

Se preferisci invece avere capelli mat come quando si sta in spiaggia, spruzza sulla testa asciutta un sea salt spray, un prodotto texturizzante a base di sale marino. «In alternativa, puoi usare una cera per definire le punte e dare un effetto semi-lucido» consiglia l’esperto.

Perchè piace lo shag

È un’alternativa rock al solito caschetto nelle sue varie declinazioni e dà un tocco ribelle al look sull’onda del ritorno degli anni Settanta. Lo styling è molto semplice e veloce e se il taglio è abbastanza lungo si possono anche portare i capelli legati.

In più, è sexy grazie alla frangia sfilata che ricade sugli occhi oppure su un lato del viso. Sta bene sia con un trucco smoky eyes+labbra pallide, come le modelle di Tom Ford sulla passerella della primavera-estate, ma anche, per contrasto, con abiti e colori romantici.

Riproduzione riservata
dmbeauty

2.610 posts 426k followers

Make up your life

Beauty cards