shampoo-non-aggressivo

Shampoo non aggressivi: perché provarli e quali scegliere per i tuoi capelli

L’haircare può sembrare una questione semplice, fatta di shampoo, balsamo e maschera. Prendersi cura dei capelli e del cuoio capelluto, però, significa dedicare alla chioma qualche attenzione extra e, magari, utilizzare shampoo non aggressivi che permettano non solo lavaggi frequenti, ma anche di combattere la forfora, l’eccesso di sebo e, in generale, ogni problematica della chioma.

Dobbiamo ammetterlo: siamo eternamente insoddisfatte della nostra chioma. Le ricce vorrebbero essere lisce, le more bionde, i capelli fini vorrebbero avere più volume. La questione è ben diversa, però, quando si tratta della salute della capigliatura e degli shampoo non aggressivi che possono garantirla. Perché lavare i capelli non significa solo pulirli, ma anche mantenere il cuoio capelluto sano, eliminando residui di smog, cellule morte, sebo in eccesso e persino la forfora. Tutti segnali, in realtà, che la tua haircare routine potrebbe aver bisogno di uno shampoo non aggressivo. Come riconoscerli? Leggendo con attenzione l’INCI ed evitando i prodotti che contengono i tensioattivi più diffusi e aggressivi (ammonium lauryl sulfate, sodium lauryl sulfate o sodium laureth sulfate) e facendo attenzione ai conservati, che possono sensibilizzare la cute reattiva o già stressata. Un trend che non è certo una novità nel mondo della bellezza: i consumatori, infatti, cercano sempre più un lavaggio "no-poo", ovvero senza utilizzare lo shampoo, oltre a ingredienti naturali e sicuri, e sono sempre più attenti a quali componenti possono danneggiare la chioma, a partire da siliconi, parabeni, coloranti e conservanti.

Scopri anche tutte le tendenze capelli per l'autunno inverno 2021 2022

Shampoo non aggressivi: le necessità dei capelli grassi

La principale necessità dei capelli grassi è liberarsi dell’eccesso di sebo della cute e, con esso del fastidioso effetto unto che ne deriva. Ecco perché è utile trattare questo tipo di capello con degli shampoo non aggressivi, che consentano lavaggi frequenti, ma anche di evitare l’effetto rebound. Le formule migliori sono leggere, ad azione purificante e riequilibrante, capaci di intervenire anche sull’eventuale presenza di forfora. Un altro fattore a cui fare attenzione quando si tratta di shampoo non aggressivi per i capelli grassi è la schiuma. Gli agenti schiumogeni, infatti, sono ottimi per pulire il cuoio capelluto in profondità, ma possono risultare anche estremamente aggressivi, specialmente per il film idrolipidico, che può essere attaccato proprio da queste sostanze. 

shampoo-non-aggressivo-capelli-ricci

La detersione delicata per i capelli ricci

Boccoli e ricci hanno bisogno di tantissima idratazione per essere luminosi ed elastici. In questo caso, l’aiuto di shampoo non aggressivi e arricchiti con oli nutrienti è fondamentale per prendersi cura della fibra capillare. Quella dei capelli ricci, infatti, è dotata di una corteccia irregolare, che deve essere trattata con dolcezza per evitare l’odioso effetto crespo. Un segnale che, unito alla secchezza, rappresenta un allarme e indica il bisogno della chioma di provare shampoo non aggressivi, ovvero privi di solfati e siliconi. Non si tratta di sostanze dannose di per sé: i siliconi, ad esempio, hanno il compito di creare una barriera superficiale sui capelli per mantenerli morbidi, mentre i solfati hanno un’ottima azione detergente. Con il tempo, però, possono seccare la chioma, rendendo i ricci indomabili. Scegliere shampoo non aggressivi e privi di queste sostanze, perciò, significa preservare la chioma dalla secchezza e, dunque, assicurarsi capelli ricci sempre elastici e idratati.

Acidic Bonding Concentrate Shampoo di Redken

Con un elevato livello di attivi protettori della fibra e un’altissima concentrazione di ingredienti trattanti, questo shampoo non aggressivo ha un’azione rinforzante sulle lunghezze, perfetta per dare morbidezza e lucentezza.
Shampoo Nutriente Rosa Selvatica & Mirtillo Rosso di Antica Erboristeria

Per idratare i capelli con delicatezza, questo shampoo nutriente per capelli secchi unisce rosa selvatica, nota per il suo profumo avvolgente, e mirtillo rosso, ad azione idratante e fortificante. Senza siliconi e coloranti artificiali, risulta leggerissimo sulla chioma.
Densiage Shampoo Ridensificante di Ducray

Dalla consistenza cremosa perfetta per i capelli sottili, lo shampoo Densiage dona volume ed elasticità ai capelli che si spezzano. Il merito è dell’azione antiossidante di Albizia e Ginseng, che contrastano l’invecchiamento dei capelli e del cuoio capelluto. 
Hydralumen Shampoo Vegetale Idratante e Illuminante di Biomed Hairtherapy

Una linea pensata per preservare la luminosità e l’intensità dei riflessi dei capelli colorati. Con Acqua Costituzionale Biologica di Bergamotto, ricca di proteine e ad effetto energizzante, Pale di Fico d’India Biologico e Olio di Borragine, questo shampoo non aggressivo aiuta i capelli disidratati a causa di colorazioni e decolorazioni.
For Longer Stronger Hair di Hairburst

Senza SLS, Parabeni e Siliconi, lo shampoo di Hairburst aiuta a mantenere i capelli in salute e a stimolarne la crescita ad ogni lavaggio. Nutriente e idratante, ha il vantaggio di profumare deliziosamente di cocco.
Shampoo Secco alla Menta Acquatica di Klorane

Usare lo shampoo secco è il gesto express da provare per sfruttare i benefici di uno shampoo non aggressivo per trattare i capelli, con una formula 100% naturale e che sappia proteggere il cuoio capelluto dall’inquinamento.
Super Boom + Idratazione Shampoo senza solfati di Sunsilk 

L’ideale per i capelli ricci e disidratati, che hanno bisogno di combattere l’effetto crespo senza appesantire la chioma. Privo di solfati, lascia la chioma nutrita ed elastica. 
Gliss Colour Perfector di Schwarzkopf

Perfetto per detergere i capelli colorati o danneggiati dalla colorazione senza aggredire il cuoio capelluto. La formula con un complesso di acido ialuronico ed estratto di mirtilli rossi, infatti, garantisce una chioma sana e un colore intenso fino a 40 lavaggi.

I migliori shampoo non aggressivi per i capelli colorati

Naturalmente, le formulazioni migliori per i capelli tinti sanno proteggere i pigmenti e mantenere il colore brillante e luminoso. D’altra parte, tingere i capelli rappresenta uno stress per la chioma che, con il tempo, può risultare danneggiata e sfibrata. Proprio per questo, occorrono shampoo non aggressivi che sappiano rimpolpare i capelli e contrastare la fragilità. Fattore fondamentale, poi, è anche la frequenza di lavaggio: fare una pausa tra uno shampoo e l’altro rinforza la chioma, rallentando la produzione di sebo. Un buon motivo per provare gli shampoo non aggressivi, che risultano abbastanza leggeri da garantire una pulizia delicata, leggera quanto basta per non privare il capello delle sostanze necessarie a proteggerlo. E del colore, naturalmente. 

shampo-non-aggressivo-capelli-tinti

I capelli fini e la detersione leggera

Mancanza di volume e fusto sottile sono le caratteristiche principali dei capelli fini, che hanno bisogno di shampoo non aggressivi non solo per non dover fare i conti con radici piatte e senza volume, ma anche per evitare che trattamenti troppo strong indeboliscano la cheratina del capello. Il risultato? Doppie punte. Ecco perché questa tipologia di capello ha bisogno di formule leggere e delicate, ma anche idratanti e rinforzanti, che rendano la chioma forte e sana. Può capitare, inoltre, che i capelli molto sottili si sporchino più facilmente e che necessitino di qualche lavaggio extra. Un ottimo motivo per preferire shampoo non aggressivi! Per trovare i tensioattivi più delicati - che detergano il cuoio capelluto senza sgrassarlo troppo - l’ideale è cercare formulazioni che contengano anche argilla, un notevole aiuto per la pulizia dei capelli, ma assolutamente non aggressiva

Riproduzione riservata
dmbeauty

2.868 posts 445k followers

Make up your life

Beauty cards