capelli biondi

Se hai l'ambizione bionda (parafrasando un vecchio tour di Madonna...), quando scegli una tinta devi sempre partire dal tuo colore di base, e poi confrontarlo con la scala delle colorazioni che vanno dall’1 (il nero) fino al 10 (il platino). Dal numero 5 in poi partono i toni del biondo.

Importante è guardare i riflessi dei capelli, che virano al caldo o al freddo, e scegliere di conseguenza. Sono biondi caldi: il dorato, il ramato e il rosso; mentre sono biondi freddi il cenere e il beige.

Puoi schiarirti fino a 3 toni dal tuo colore di base, a seconda dell'immagine che vuoi trasmettere.

Diventare bionda: ecco come

Un luogo comune (non del tutto errato) asserisce che, a prescindere dal colore naturale, bionda ci si deve sentire dentro. Ecco come diventarlo

Il biondo sfumato

Lo sfumato: per castane chiare

Di grande effetto e molto trendy lo sfumato, o “ombre hair”, da realizzare facilmente anche con i prodotti fai-da-te. Il risultato è simile a una chioma baciata dal sole, con le radici più scure e le lunghezze che via via si illuminano. È perfetto perché puoi modularlo a piacere, scegliendo l’altezza da cui partire per schiarire le ciocche, selezionandole e iluminando così il volto.

Bronde per castane

Bronde: per castane "indecise"

Se sei castana chiara e vuoi passare al biondo, puoi schiarire la base di qualche tono e aggiungere sfumature miele. La tecnica più indicata è il bronde (neologismo nel lessico delle tinture, coniato dall'unione di brown e blonde): è il perfetto mix tra biondo e castano.

Caldi riflessi dorati, che vanno dalle sfumature del grano a quelle del miele sono le tonalità più richiesta.

da

Shatush: decolorare le punte

Shatush per ricreare gli effetti del sole
Decolorare le punte, se da un lato è comodo perché evita il problema ricrescita, richiede comunque qualche attenzione, soprattutto se la schiaritura è superiore ai cinque toni. In questo caso, infatti, il biondo tende a virare verso l’arancio ed è indispensabile contrastare l’effetto con dei tonalizzatori, prodotti professionali che si applicano dal parrucchiere.

Schiarirsi con il fai da te

Schiarirsi con il fai da te

Pratici e semplici da usare, i prodotti per la colorazione casalinga permettono di avere un risultato simile a quello che si può ottenere dal parrucchiere. Ma solo a certe condizioni. Con le leggere schiariture non c'è mai nessun problema: basta seguire le istruzioni.
Con i prodotti fai-da-te che schiariscono anche di due, tre toni, invece, bisogna fare attenzione: vanno bene solo quando il colore di base è, al massimo, castano dorato.
Non si devono mai usare, invece, se si hanno i capelli castano scuri o bruni. Altrimenti si rischia di avere una testa che vira al rosso o all'arancione. In alternativa, chi ha una chioma scura può optare per le mèches chiare, da fare in casa con gli appositi kit. Per non commettere errori, bisogna scegliere un prodotto che crei effetti leggeri e molto vicini alla tonalità di base. È fondamentale, poi, che i capelli non siano trattati. Precedenti colorazioni, permanenti o henné possono falsare il risultato finale. In pratica, se vuoi evitare riflessi arancioni o addirittura verdi, rimanda le mèches di un mese dall'ultimo trattamento fatto.

Biondo platino, alternativa ai bianchi

Per chi ha molti capelli bianchi

Per molte ma non per tutte, il platino è un colore un po’ estremo ma perfetto da realizzare quando i capelli bianchi sono in grande maggioranza perché regala unaspetto più giovane e sportivo. A una condizione: il taglio deve essere molto curato e cortissimo, al massimo un carrè.

Un make up occhi a tinte fosche, impreziosito dal candore della carnagione e dall'acconciatura ultra-glam rende più intrigante il biondo platino. Per look un po' da femme fatale che si ispirano alle eroine dei film di Hitchcock.

La decolorazione

Per ottenere il biondo svedese

Occorre la decolorazione che rende i capelli platino. L'inconveniente è che possono diventare molto porosi e possono perdere corposità e brillantezza. Per restituire vitalità alla chioma, il segreto è curare la chioma con trattamenti nutritivi e illuminanti.

Un impacco di olio di ricino una volta al mese. Applicalo sui capelli asciutti dalle punte alla radici, massaggiando delicatamente. Avvolgi la testa in una pellicola per almeno un’ora. Poi, fai lo shampoo senza usare il balsamo.

Una maschera ristrutturante a base di cheratina e di sostanze idratanti ogni dieci giorni. Per aumentarne l’efficacia, applicala su capelli umidi e avvolgi con la carta alluminio. Riscaldala con il phon per 5 minuti e poi risciacqua con cura.

Per esaltare la luminosità del biondo chiarissimo, l'acconciatura ideale è il liscio perfetto, pieno e corposo.

Onde Glamour

Look ultra glam grazie al make up di ispirazione gotica e capelli con morbide onde

Riproduzione riservata
dmbeauty

2.868 posts 445k followers

Make up your life

Beauty cards