Gli indispensabili da beauty case

  • 10 07 2017

Cosa non può mancare in valigia?

La preparazione del beauty case può mettere alla prova persino la viaggiatrice più “globetrotter”, abituata a girare con un bagaglio essenziale. Se la valigia in sé è relativamente semplice da organizzare, l’angolo bellezza richiede un impegno maggiore. La prima segue, infatti, uno schema facile, composto in genere da abiti - il più possibile interscambiabili - intimo e scarpe. La trousse, invece, complica la situazione, perché deve essere riempita da mille prodotti di diversa entità, la cui “variabile” dipende dal tipo di viaggio, durata e mezzo impiegato per spostarsi.

Sembrerà banale, ma un beauty case poco funzionale può davvero cambiare la qualità del viaggio, sia in termini pratici che psicologici. In primo luogo, la trousse è un elemento che può appesantire la valigia, per non parlare del discorso “liquidi e controlli in aeroporto”, del timore che qualche flacone si apra, sporcando irrimediabilmente tutto.

E poi la cura di sé è un aspetto da non trascurare quando si è in vacanza: il fatto di dover viaggiare leggeri può far sentire a disagio chi è abituata ad una beauty routine precisa.

«Mi basterà il campioncino di crema idratante per tutta la settimana? Come faccio a scegliere il cosmetico da portarmi?». Non a tutti, inoltre, piace travasare i prodotti abituali in boccette di piccole dimensioni. Il rischio di dimenticare cosa contengono è molto alto, soprattutto se non vi si affiggono le etichette con carta e inchiostro resistenti all’acqua (elementi di non facile reperibilità).

Come fare per organizzare un beauty case funzionale allora? 

Parti dallo skincare viso, che è il più complesso da organizzare mentalmente. Focalizzati quindi sulla beauty routine che compi ogni giorno, dal risveglio al riposo notturno, seguendo proprio il suo ordine temporale: detergente, crema giorno e notte e contorno occhi.

Un’idea furba è usare le confezioni in piccole dosi, pensate per assottigliare il bagaglio senza rinunciare a nulla. Le più funzionali sono realizzate in pratiche bustine con il tappo richiudibile, che si avvita dopo ogni utilizzo (sono simili alle ricariche eco-friendly di saponi e detersivi, ma in formato mignon).

Un esempio? La linea Beauté Absolue di HQ Qualité Suisse comprende tutto ciò che la pelle del viso può desiderare ogni giorno per la detergenza, l’idratazione e il nutrimento.

Per il giorno è indicata una crema idratante protettiva contro i raggi UVA e UVB e per la notte un siero rigenerante che prevenga la formazione dei segni dell’età. Non manca il gel detergente che strucca e rimuove le impurità.


Se la pelle è più esigente, si può optare per la linea Beauté Eternelle, ricca di prodotti anti-age. Le dosi “dispensate” variano dalle 5 alle 10, per un peso al di sotto dei 10 grammi per ogni confezione. Inserirne più di una in valigia non sarà un problema, quindi.

Capitolo trucco: la trousse completa dipende dai gusti, ma sappi che il minimo indispensabile è composto da soli 3 prodotti.  Un correttore con cui uniformare le discromie, un mascara e un rossetto che fungerà anche da fard.

Completa la tua trousse con una spazzola in formato mini e un burro cacao, e sei pronta per partire! Leggera come una piuma.

Riproduzione riservata
dmbeauty

2.610 posts 426k followers

Make up your life

Beauty cards