Fondotinta fluido

IL FONDOTINTA FLUIDO

Com’è  «Versatile perché la sua formula permette di rispondere a ogni esigenza: può essere idratante, riequilibrante, antiage, liftante» spiega Simone Belli, make up artist L’Oréal Paris. «è anche modulabile. Vuoi una maggiore copertura? Picchiettalo con una spugnetta inumidita di acqua di rose. Utilizza invece il pennello per un risultato più discreto».

I plus  «Si stende con facilità e garantisce un aspetto impeccabile, senza appesantire troppo i lineamenti» spiega l’esperto.

Non fa per te se  Hai una pelle molto segnata. In questo caso è meglio puntare su prodotti più corposi, come i fondotinta in crema che racchiudono un’alta percentuale di attivi nutrienti e liftanti.

Qual è il tuo fondotinta ideale?

Ti piace l’effetto pelle nuda o cerchi un trucco sofisticato. Hai problemi di allergie o vuoi nascondere qualche imperfezione. Mini guida per azzeccare la base perfetta

Seguite questi rapidi e utili consigli per applicare il fondotinta nel migliore dei modi, non ve ne pentirete!

Il fondotinta liquido

Com’è «Ha una consistenza acquosa, simile a un siero e per questo si fonde subito con la pelle» spiega Barbara Del Sarto, make up artist. In genere contiene siliconi che mimetizzano all’istante i pori e rendono la superficie liscia e levigata.

I plus  «Regala un look nude: il viso sembra senza trucco. Ed è così leggero che al tatto non si sente: ideale se non ami la sensazione coprente del classico fondotinta» dice l’esperta. «In più, si stende bene anche con i polpastrelli, come una crema».

Non fa per te se  Hai la pelle secca, perché è privo di elementi idratanti. E se devi nascondere difetti e discromie.

Il fondotinta in stick

Com’è «Ha la consistenza di un rossetto, un potere coprente medio-alto e una formula cremosa perfetta per le pelli più aride» spiega De Luigi. «Aiuta a realizzare make up sofisticati: basta scegliere due nuance, una più chiara e una più scura, da utilizzare per creare giochi di luce e ombre che scolpiscono l’ovale».

I plus «è un “due in uno”: fondotinta e correttore. Comodissimo per i ritocchi al volo perché si applica direttamente sulla pelle. Ideale sotto gli occhi, nelle zone intorno al naso e alla bocca e per minimizzare macchie rosse o scure» dice l’esperto.

Non fa per te se  Non ami un trucco evidente e non spendi mai più di due minuti allo specchio: lo stick va steso con cura per evitare l’effetto maschera.

Il fondotinta compatto

Com’è «In polvere o in crema» spiega Del Sarto. «Il primo è consigliato alle pelli miste e oleose per la capacità assorbente. Il secondo, realizzato senz’acqua, ha un ottimo potere coprente ed è quindi indicato per il camouflage, cioè per nascondere discromie evidenti o angiomi».

I plus  È molto pratico da tenere in borsa per i ritocchi. Per una stesura più leggera, al posto della spugnetta, usa il pennello.

Non fa per te se  «Hai la pelle secca o segnata perché tende a evidenziare aridità e rughette» spiega l’esperta.

Il fondotinta in polvere

Com’è  «Ha una formula composta unicamente da minerali naturali, senza conservanti o coloranti artificiali e per questo è indicata anche a chi soffre di allergie» dice Mario De Luigi, beauty designer. Ma il risultato? Un finish leggero, naturale e trasparente. «Per l’applicazione ci vuole un pennello a setole corte e a falda larga, detto kabuki. Utilizzalo con ampi movimenti circolari, partendo dal centro del viso verso l’esterno».

I plus È un prodotto “green” e puoi trovarlo certificato bio al cento per cento. Dona un look acqua e sapone.

Non fa per te se  «Hai bisogno di coprire brufoli e rossori o non hai manualità con il pennello: il rischio “faccia polverosa” è in agguato» consiglia l’esperto.

Riproduzione riservata
dmbeauty

3.059 posts 449k followers

Make up your life

Beauty cards