Ritenzione idrica: perché

Si tratta di un disturbo molto diffuso specialmente tra le donne, di cui è responsabile uno stile di vita sbagliato, cattive abitudini alimentari, fumo e alcol in eccesso, poco movimento e una vita sedentaria e stressata. Ma basta correggere questo pessimo stile di vita per ottenere notevoli benefici. La ritenzione idrica non è altro che un ristagno di liquidi purtroppo concentrato su addome, ma soprattutto su cosce e glutei. A causa dell'alterata circolazione venosa e linfatica insieme ai liquidi ristagnano purtroppo anche le tossine che, a loro volta, alterano il metabolismo cellulare già sotto sforzo a causa del ridotto apporto di ossigeno. E quel che è peggio è che i chili di troppo (anche se sono solamente un paio) peggiorano la situazione.

Addio alla ritenzione idrica in 6 mosse

Quel ristagno di liquidi su addome, cosce e glutei tanto odiato si può contrastare con le mosse giuste. A partire da fitness, cosmetici e alimentazione

Provate a premere il dito su cosce o addome e, se dopo averlo tolto rimane ben visibile l'impronta, purtroppo vi devo dire che, con tutta probabilità, si tratta di ritenzione idrica.

In realtà è un disturbo molto diffuso, che però colpisce soprattutto noi donne. Ma, è anche vero che, nella maggior parte dei casi, si tratta di un fenomeno di cui è responsabile uno stile di vita sbagliato e la cui correzione può apportare notevoli benefici. Il ristagno di liquidi è, ahinoi, superiore nelle zone già predisposte all'accumulo di grasso  e cioè su addome, ma soprattutto cosce e glutei.

Vediamo come dire addio, o almeno provare a farlo, alla tanto odiata ritenzione idrica!

Combatti la ritenzione col fitness

Far fatica e sudare non piace proprio a nessuno ma per combattere la ritenzione idrica il miglior sistema resta una quotidiana attività fisica. Qualsiasi tipo di fitness (purché aerobico) contribuisce a riattivare il microcircolo e a dare una 'scossa' al ritorno venoso e a eliminare le tossine combattendo la pelle a buccia d'arancia. Ma non sono necessarie lunghe ed estenuanti sessioni in palestra: bastano delle passeggiate quotidiane a passo sostenuto di almeno 40 minuti. Ma se volete 'esagerare' puntate sulla corsa, l'aerobica, lo spinning, il sollevamento pesi, ma anche sul nuoto o sulla bicicletta. Se abitualmente state troppe ore sedute alla scrivania, prendete l'abitudine di muovere le caviglie così da contrastare la ritenzione idrica causata da insufficienza venosa. Infine, la sera, dopo una giornata di studio o lavoro, approfittatene per tenere le gambe in alto: vi basta posizionarle su un cuscino.

Dieta equilibrata contro la buccia d'arancia

Un'alimentazione ricca di fibre garantisce una corretta fluidità intestinale e, allontanando il pericolo di stitichezza, aumenta il deflusso venoso a livello addominale scongiurando così la tanto odiata ritenzione idrica. Ecco perché è importante consumare ogni giorno almeno quattro porzioni (tra pasti principali e spuntini) di frutta e verdura. Puntate sugli alimenti ricchi di acido ascorbico (che non è altro che la vitamina C) come gli agrumi, l'ananas, i kiwi, le fragole ma anche tutte le verdure fresche di colore verde, dalla semplice insalata, agli spinaci fino a cibi più particolari come le puntarelle o il cavolo nero.

No al sale

Se volete combattere la ritenzione idrica dovete eliminare completamente il sale. Iniziate sostituendo il sale da cucina con un prodotto iposodico iodato. Poi iniziate a insaporire il cibo con le spezie e le erbe, perfette come rimedio anti-gonfiore. A questo punto siete pronte per eliminare qualsiasi traccia di sale da tutti gli alimenti: inizierete a 'sentire' il vero sapore dei cibi e non potrete più farne a meno.  

Fate il pieno di acqua

Una adeguata idratazione è la prima soluzione (la più semplici ed efficace) per combattere la ritenzione idrica: ecco perché ci si deve sforzare di consumare almeno un litro e mezzo di acqua (possibilmente mineralizzate) al giorno e di liquidi in genere - anche se occorre tenere d'occhio tutte le bevande che contengono zuccheri e alcol. Se riuscite, un giorno alla settimana (non è troppo difficile ve lo assicuriamo) cercate di disintossicarvi con una dieta ricca di liquidi: non solo acqua ma anche the e tisane così come i succhi di frutta e a pranzo e cena scegliete di mangiare solo verdure (crude o cotte poco importa) mentre per gli spuntini optate invece per la frutta.
Infine, durante queste 24-ore-detox concedetevi una sauna o bagno turco per stimolare ancora di più il drenaggio dei liquidi.  

Gambe leggere con i massaggi

I massaggi linfodrenanti sono ottimi per ridurre la ritenzione idrica causata dallo stress  e dalle cattive abitudini. Questo tipo di 'frizione' serve a riattivare la circolazione linfatica, responsabile dello smaltimento delle tossine dell'organismo: si tratta appunto di energiche manipolazioni che hanno il compito di convogliare la linfa dagli arti inferiori verso il tronco. Ecco perché, se non ci si può recare presso un centro estetico o da professionisti, è bene iniziare dalle caviglie e risalire con pressioni meccaniche e costanti verso i polpacci e poi cosce e glutei. Provate: la sensazione di leggerezza sarà davvero piacevole.

Non dimenticare i cosmetici

Le creme sono indispensabili per favorire il drenaggio dei liquidi e aiutarvi a contrastare la pelle a buccia d'arancia. Naturalmente devono essere aiutate da un massaggio localizzato. Preferite le texture a base salina perché il sale, per l'osmosi, è in grado di far 'uscire' l'acqua. Se non avete molta costa o tempo, aiutatevi con un chilo di sale grosso nella vasca da bagno con acqua tiepida per almeno 20 minuti due volte alla settimana. Vedrete che risultati!

Continuate a scorrere la gallery per scoprire i migliori cosmetici per combattere la ritenzione idrica.

prodotti 1

Da sinistra i cosmetici efficaci contro la ritenzione idrica. Da sinistra Ultra Body Lift 10 di Lierac cura la cellulite a buccia d’arancia e il problema della ritenzione idrica. Favorisce l’eliminazione degli accumuli d’acqua; Lift Minceur Anti-Capitons di Clarins non si accontenta di ridurre visibilmente la cellulite. Principi attivi specifici rinforzano la compattezza cutanea, la microcircolazione e l'idratazione, rendendo la pelle più bella; e infine Collistar che dieci anni dopo la nascita del Superconcentrato Notturno con Micro-Patch Attivo lo ripresenta nella sua forma più evoluta e cioè Superconcentrato Anticellulite Snellente Notte con Cell-Nocturne System® e sale marino, il primo trattamento notturno dalla doppia efficacia, anticellulite e snellente.

prodotti 3

Da sinistra la Crema corpo inguainante per ridurre la cellulite, Cellusculpt by Dr. Brandt, una formula anticellulite con una doppia dose di caffeina e senza alcool che grazie all'applicatore massaggiante e stimolante permette di ridurre l'aspetto a buccia d'arancia; Sisley punta su CellulIInov, il trattamento cosmetico per il corpo innovativo e “intelligente” che contrasta gli inestetismi della cellulite su tutti i fronti per attenuare i cuscinetti, rinnovare la pelle e renderla più bella; e infine Eisenberg Cryoform, Attivo anticellulite e antietà, un cosmetico che snellisce, detossina, drena e rassoda oltre a stimolare la circolazione di cambe e glutei.

prodotti 2

A partire da sinistra: Fango Bianco Anticellulite Ultra-Rapido di Pupa: per la prima volta in un solo prodotto i benefici di un fango e la “praticità” di una crema. Si stende come una crema senza massaggiare, non sporca, non sono necessari impacchi con la pellicola e si risciacqua rapidamente; Body Strategist Cream Gel di Comfort Zone è un gel crema dalla texture soffice e piacevole rimodellante delle zone critiche; Chanel propone Body Excellence, un latte delicato in grado di idratare profondamente la pelle e renderla più elastica contrastando quindi il tempo.

Riproduzione riservata
dmbeauty

2.868 posts 445k followers

Make up your life

Beauty cards