seno sexy con lifting

La visita

Il medico mi mette a mio agio spiegandomi che ha visitato ragazze ancora più giovani di me con lo stesso problema.

«Causa frequente di rilassamento a questa età sono le diete sconsiderate» mi spiega.

«La ptosi, così si chiama in gergo il cedimento dei tessuti, è dovuta allo scivolamento della ghiandola mammaria e del grasso che la circonda. Così l’areola anziché trovarsi nella parte alta del seno si trova in basso. Ma si può intervenire».

Io parto in quarta e dico subito che voglio una protesi.

Un seno sexy con il lifting

È un’alternativa soft alle protesi. Lo ha scoperto una lettrice grazie ai consigli di un medico esperto

Il mio seno non mi è mai piaciuto. Tanto da non riuscire a indossare una maglietta scollata e da sentirmi a disagio in costume.

Non per una questione di taglia: porto una terza abbondante che sul mio fisico morbido sta bene. Ma per la forma “a pera” e i capezzoli rivolti verso il basso. È una questione genetica, mi è stato detto. Ma a 24 anni è difficile da accettare e così mi sono decisa: vado dal chirurgo.

Sfoglia la gallery e scopri l'esperienza di una lettrice.

Il parere dell'esperto

Il parere

Lo specialista mi frena subito e mi spiega che non sarebbe l’intervento giusto. Nel mio caso ci vuole innanzitutto un lifting chiamato mastopessi, per togliere il tessuto in eccesso e risollevare il seno. E poi si riempie la parte superiore svuotata. Per farlo si potrebbe inserire una protesi oppure un filler ottenuto con il mio stesso grasso, un lipofilling.

La decisione

La decisione

La seconda opzione, secondo il chirurgo, è più adatta: otterrò un risultato naturale, giusto per la mia età. Con il passare degli anni se proprio vorrò, potrò mettere una protesi.

Senza contare che il lipofilling prevede prima una liposuzione. Mi verrà aspirato del grasso dalla pancia e dai fianchi con una cannula sottile e subito dopo impiantato nel seno con lo stesso sistema.

L’idea di un addome piatto insieme a un seno nuovo mi attira molto. In tutto spenderò circa seimila euro. Sì, è la soluzione che fa per me.

Chirurgo estetico: scegli quello giusto

Chirurgo estetico: scegli quello giusto

Se vuoi sottoporti a un intervento di chirurgia estetica la prima cosa da fare è individuare uno specialista affidabile. Può aiutarti a trovarlo il nuovo sito della Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica SICPRE (sicpre.it). «Sembra un consiglio scontato» spiega il presidente Giorgio De Santis.

«Eppure ancora troppo spesso per interventi chirurgici come liposuzione o mastoplastica, ci si rivolgea professionisti che non hanno i requisiti necessari.

Purtroppo i medici che operano privatamente non sono tenuti per legge ad avere una specializzazione post laurea. Ma noi sosteniamo che affidarsi a chi ha studiato e ha alle spalle anni di pratica in ospedale assicura procedure corrette ed eseguite nella massima sicurezza».

L'intervento

L’intervento

La mattina dell’operazione arrivo alla clinica molto emozionata. Il chirurgo mi disegna sul seno le zoneda incidere e mi fa vedere dove si posizionerà il capezzolo.

«Più in alto che si può, dottore» scherzo. Ormai ho capito che non si farà influenzare. Le cicatrici risulteranno invisibili, mi spiega, perché saranno intorno all’areola e sotto la piega del seno. Mi viene praticata l’anestesia generale. Al risveglio, dopo circa quattro ore, ho il seno bendato e una guaina che avvolge la pancia.

Il risultato

Il risultato

Il giorno dopo mi vengono tolte le medicazioni e resto stupefatta. Il seno sta su e finalmente ha una forma armoniosa. Mi guardo la pancia: i rotolini sono spariti. L’infermiera mi dice che è stato aspirato circa un chilo di grasso.

Il giorno stesso mi dimettono con qualche raccomandazione: devo evitare la doccia completa per due settimane e portare giorno e notte reggiseno sportivo e guaina contenitiva.

In caso di dolori, basterà un po’ di ibuprofene, ma lo utilizzo solo una volta. Oggi, a distanza di dieci mesi, il seno è alto e sodo anche se è un po’ diminuito. Sapevo di questa eventualità perché una parte del grasso si è riassorbita. Ma la protesi può aspettare.

Creme Anti-rilassamento

Creme Anti-rilassamento

1. Per dare sostegno prova un trattamento urto con le fiale Phitrel di Lierac (38,50 euro, in farmacia).

2. Volumizzante Rassodante Seno di Pupa (42 euro) agisce come un reggiseno cosmetico.

3. Contro i cedimenti Lift Effect Seno Tensore di Somatoline Cosmetic (33 euro).

4. Se il seno appare svuotato applica Lait Buste Ultra-Fermeté di Clarins (51 euro).

Riproduzione riservata
dmbeauty

2.610 posts 426k followers

Make up your life

Beauty cards