pelle più pulita

Pelle più pulita uguale 10 anni di meno. Lo ribadisce l’American Academy of Dermatology che ha divulgato un serie di raccomandazioni su come eseguirla: deve essere delicata ma allo stesso tempo profonda. Residui di smog, make up, polvere, sebo, vanno rimossi perché impediscono alle cellule cutanee di rigenerarsi.

Non farlo può avere effetti “rovinosi”, come ha dimostrato l’esperimento di Anna Pursglove, una giornalista del Daily Mail che ha dormito senza mai struccarsi per un mese intero. La sua pelle, secondo i medici che l’hanno osservata prima e dopo, è invecchiata di dieci anni, diventando disidratata, rugosa, con i pori dilatati.

Ecco, a seconda delle diverse esigenze, tutti i consigli per una pulizia a regola d’arte.

Pulizia del viso: la migliore cura antiage

Lo dicono i dermatologi: mantiene il viso giovane. Spesso, però, per mancanza di tempo o pigrizia la trascuriamo. Eppure bastano dai 2 ai 10 minuti per una beauty routine a prova di smog

Non ci si può spalmare una crema o dedicarsi alla sessione quotidiana di  make up se prima non ci si è presi cura di se con la detergenza

Pulizia del viso: se hai 2 minuti

LIVELLO SEMPLICE

Sei sempre di corsa, d’accordo, ma anche se non sei di fretta non ami dedicare molto tempo alla beauty routine. E poi ti trucchi appena, per questo non badi troppo alla detersione. Per te è indicata una pulizia basic ma non per questo meno accurata. E, una volta a settimana, non farti mancare una maschera purificante e uno scrub delicato.

Al mattino
Il prodotto ideale per te è l’acqua micellare. «Adatta a tutti i tipi di pelle, è molto pratica: passala sul viso usando un dischetto di ovatta. Le speciali molecole di cui è composta ingloberanno le impurità» spiega la dermatologa Mariuccia Bucci. Non va risciacquata. Ma se la tua cute è particolarmente sensibile, potresti sentire il viso che “tira”. «In questo caso, vaporizza dell’acqua termale che ha un effetto addolcente» spiega l’esperta.

Alla sera
Latte e tonico sono l’abbinata ideale. Massaggia il primo sulla pelle asciutta con un dischetto di ovatta. Poi, elimina l’eccesso con del cotone pulito o, se preferisci, con l’acqua, e infine passa il tonico. «Questo cosmetico va scelto con attenzione perché, a differenza del latte, rimane a lungo sulla pelle» spiega la dermatologa Norma Cameli. «Se è secca, ci vuole una formula lenitiva. Quando è grassa, invece, va bene una astringente, mentre per le donne mature è consigliabile un tonico leggermente esfoliante».

Pulizia del viso: se hai 5 minuti

LIVELLO MEDIO

Al tuo viso ci tieni. E noti subito se la pelle è meno luminosa perché la sera prima ti sei struccata male o hai usato un prodotto non adatto. Il make up per te è un accessorio importante, anche se viene prima la salute della pelle. Se ti riconosci, dedica qualche minuto in più alla pulizia e usa sempre detergenti delicati e specifici.

Al mattino
Il tuo must: acqua tiepida e detergente in crema da massaggiare con la punta delle dita, così ti assicuri una detersione profonda. Per eliminare ogni residuo, puoi aiutarti con un panno ad hoc per il viso in microfibra o la nuovissima spugnetta Konjac. Di origine giapponese, è fatta di una fibra vegetale e ha un leggero effetto gommage (la trovi da Kiko a circa 5 euro). «In caso di pelle mista, si può anche diversificare la pulizia, usando acqua e detergente nella zona a T, e latte più tonico dove non ci sono problemi di untuosità» spiega la dermatologa Norma Cameli.

Alla sera
Per togliere ogni traccia di trucco e impurità procurati una spazzolina in setole morbide vegetali. Inumidiscila e versa un po’ di detergente oleoso. Massaggia il viso per tre minuti con movimenti rotatori e poi risciacqua. Il vantaggio di questo metodo è che raggiungi tutti gli angoli del volto. Infine, tampona con un tonico addolcente. Due, tre volte alla settimana, passa un dischetto esfoliante in silicone. Con le sue micro-punte morbide, effettua un leggero peeling che stimola la pelle a rigenerarsi.

Pulizia del viso: se hai 10 minuti

LIVELLO SCRUPOLOSO

Sei aggiornata sulle ultime beauty novità e ti piace sperimentarle. Ami il trucco e, anche quando esci, nella tua borsetta non manca mai una trousse per i ritocchi: te la porti persino in palestra. La pulizia ideale per te? Scrupolosa, attenta e che strizzi l’occhio alle ultime tendenze.

Al mattino
Mai provato la spazzola sonica? Amatissima dalle star, da Gisele Bündchen a Gwyneth Paltrow, è un apparecchio a ultrasuoni dotato di morbide setole che, grazie alla sue circa 300 micro-oscillazioni al secondo, assicura una pulizia profonda e delicata in un solo minuto. Queste spazzole di solito si usano con le setole inumidite e dopo avere applicato il detergente sulla pelle. Al termine dell’operazione, sciacqua il viso. La cute, perfettamente pulita, è pronta a ricevere i trattamenti quotidiani.

Alla sera
Soprattutto se usi un make up pesante, prima della normale pulizia con o senza spazzola, passa uno struccante oleoso con un dischetto di ovatta. «Attenzione al contorno occhi, la zona più delicata. Puoi usare un prodotto a base di olio vegetale naturale, come quello di rosa mosqueta» consiglia la dermatologa Bucci. Una volta alla settimana, fai un bagno di vapore per aprire e liberare i pori. Metti a bollire un litro di acqua in una pentola, poi esponi il viso a 30 centimetri di distanza. Se hai la pelle grassa aggiungi due foglie di menta e la scorza di mezzo limone, se è irritata una bustina di camomilla, se è normale o mista un cucchiaio di lavanda.

Riproduzione riservata
dmbeauty

2.610 posts 426k followers

Make up your life

Beauty cards