Un programma completo per combattere tutti gli inestetismi cutanei di un corpo non più giovane

Ringiovanire la pelle del corpo è un obiettivo ambizioso ma raggiungibile con un mix di azioni cosmetiche e di stile di vita. L'essenziale è avere costanza e un po' di pazienza nel vedere i risultati. Scopri come, con i nostri consigli.

Rimedi per la pelle del corpo cadente

Corpo giovane significa tonico, cioè con muscoli sodi e pelle compatta. Il motivo? Se i muscoli sono tonici sostengono meglio i tessuti cutanei. Per ringiovanire la pelle del corpo è fondamentale combattere il loro peggior nemico: la sedentarietà. Non serve stancarti in palestra, se non sei mai stata un’atleta provetta.

La giusta attività fisica e una dieta anti età: il binomio perfetto

La soluzione si chiama camminare a ritmo deciso: è un ottimo esercizio che rassoda in poco tempo i muscoli delle gambe e dei glutei. Ma attenzione, per ottenere buoni risultati è necessario passeggiare ad andatura spedita almeno mezz'ora al giorno, alternando il tipo di terreno.

Le prime volte ti viene il fiatone? Rallenta il ritmo, quello giusto deve permetterti di parlare. Dopo la prima settimana, allaccia intorno alle caviglie dei pesi, che rendono i movimenti un po' più faticosi. Si tratta del power walking, un allenamento che aumenta lo sforzo muscolare ed è molto efficace per eliminare i cuscinetti e tonificare le cosce. Dopo due settimane, sarai pronta per un allenamento più intenso, percorrendo un tratto in salita.
Buoni risultati si ottengono anche abituandosi a usare la bicicletta tutti i giorni.
Per le braccia, l'ideale è utilizzare due manubri da 3 kg l'uno, con cui eseguire dei piccoli esercizi di tonificazione.

Una pelle del corpo dall’aspetto giovane si ottiene anche con la dieta, che deve mirare a mantenere elastici i tessuti. Un’alimentazione "ringiovanente" deve contenere circa 1 grammo di proteine per ogni chilo di peso. Bisogna alternare pesce, pollo, carne bovina, ad albume d'uovo, formaggi magri e carboidrati a basso indice glicemico, come verdura e frutta (escluse banane e patate). Pasta e riso in piccole quantità vanno consumate solo nei giorni in cui ci si muove molto, e niente fritti, bevande zuccherine, super alcolici e dolci.

Leggi anche: Gli alimenti della longevità: cosa mangiare per mantenere l'organismo sano e giovane

Un aiuto dalla cosmesi

Contro la pelle cadente ci sono, inoltre, diversi rimedi dal fronte cosmetico. Lo scopo è contrastare la perdita di tono, utilizzando prodotti che raggiungono il derma, che ha la funzione di sostenere il tessuto cutaneo.

È in quest’area cellulare infatti che si gioca il rassodamento della pelle, grazie alla presenza di sostanze come collagene ed elastina, i principali fattori di compattezza ed elasticità. Con il passare del tempo, l’attività delle fibre elastiche rallenta, comportando una progressiva perdita del tono cutaneo già a partire dai 40 anni. Le conseguenze sono cedimenti e pelle cadente.

Si consiglia, quindi, l’uso regolare di creme rassodanti formulate con attivi che ricompattano il derma, e ricche di sostanze che stimolano l’elasticità cutanea, come centella asiatica, echinacea e equiseto.

Le cellule del derma vengono così stimolate a lavorare meglio, in modo che le fibre dei tessuti restino elastiche. Il risultato è un miglioramento dello spessore dermico, che rende la pelle più tonica e compatta, quindi più giovane.

Se la pelle del corpo è secca

Con l’età la pelle del corpo tende a diventare molto più secca, perché si impoverisce progressivamente del film idrolipidico che la protegge dalle aggressione esterne (anche lo strato di abiti costituisce un’aggressione) e che la rende morbida. La sensazione così è di pelle che tira, ruvida al tatto, e che nel lungo periodo può perdere in tono e compattezza. A volte può desquamarsi e prudere.

In questo caso, il rimedio principale per la pelle secca e disidratata è prestare molta attenzione alla sua nutrizione, che non può essere affidata alla "crema corpo qualsiasi". Le specialità cosmetiche devono mirare a compensare fortemente una pelle "affamata" di lipidi, per restare appunto sul piano linguistico del nutrimento. Oli naturali, acido ialuronico, burri vegetali, ceramidi, liposomi ed urea sono gli ingredienti naturali più efficaci, perché riparano il film idrolipidico della pelle secca, apportando comfort e morbidezza.

Quando sul corpo compaiono le macchie

Di solito le macchie scure si presentano su braccia, collo e décolleté, ovvero le zone del corpo più esposte. Si combattono con creme schiarenti base di sostanze che inibiscono la produzione di melanina, come ad esempio il resorcinolo, acido cogico e l’idrochinone, quest’ultimo reperibile in Italia solo sotto forma di preparato galenico al 4% e dietro prescrizione di ricetta medica.

Per far sì che le sostanze schiarenti agiscano sulle macchie, è bene combinare i prodotti di cui sopra con altri con effetto esfoliante, che contengano acido azelaico, acido retinoico e acido glicolico. Se le macchie sono poco estese, si possono usare sul corpo le stesse specialità cosmetiche anti-macchia per il viso, magari sotto forma di fiale e sieri.

Se invece il problema è più invasivo, è meglio rivolgersi al dermatologo che valuterà sia il caso di intervenire con un laser o con peeling di medicina estetica.

Se la pelle presenta inestetismi

Una pelle non più giovane ha un colorito poco uniforme che le conferisce un aspetto opaco e spento. È una conseguenza del rallentamento che il turn-over cellulare ha subito fisiologicamente con gli anni. Rinnovandosi con meno velocità, la pelle diventa più spessa, ricca cioè di uno strato corneo più “doppio”, e quindi più difficile da rigenerare.

In genere, una ricca crema idratante contenente urea (che idrata e nello stesso tempo esfolia lo strato corneo) e uno scrub (da usare due-tre volte alla settimana) sono sufficienti per risolvere gli inestetismi.

Se il problema è la cellulite

Alimentazione sana e attività fisica fanno la differenza, ma contro la cellulite l’aiuto offerto dalle creme anticellulite ha una marcia in più. L'offerta cosmetica è ampia: e si tratta "solo" di scegliere il prodotto al proprio stadio di cellulite.

Le creme contro la cellulite migliorano più o meno velocemente l'aspetto della pelle, ma in modo temporaneo, cosa ben evidenziata per legge sulle confezioni. Ma se la causa intrinseca dell'inestetismo (stitichezza, ritenzione idrica, stasi venosa) resta, una volta abbandonata la crema anticellulite, la pelle tornerà come prima.

Qualche spunto per scegliere i prodotti giusti (sono tutti termini che si trovano sulle confezioni):

- con funzione antiedematosa, cioè quelli che favoriscono la fuoriuscita dei liquidi accumulati negli spazi interstiziali delle cellule;

- con funzione lipolitica, cioè quelli che attivano lo scioglimento dei grassi localizzati nei tessuti;

- con funzione protettiva dei capillari e attivante della microcircolazione, cioè quelli che li rendono più forti ed efficienti;

Gli attivi più efficaci? La caffeina, il tarassaco, l'escina, l'equiseto, le alghe...solo per citarne alcuni.


Riproduzione riservata
dmbeauty

2.610 posts 426k followers

Make up your life

Beauty cards