barba curata

All’inizio era appannaggio solo del tipo “macho” come Brad Pitt e Johnny Depp. Poi ha conquistato le facce pulite di Ryan Raynolds, Jake Gyllenhaal (nella foto) e Jared Leto. Ora tra i suoi seguaci conta anche Riccardo Scamarcio.

Insomma, appena accennata, da boscaiolo o XL barba fa rima con sex symbol. La prova definitiva? Ha trasformato anche due attori “bruttini” come Shia LaBeuf e Andrew Garfild in icone virili e tenebrose. Romano Brida, fondatore del brand di grooming Bullfrog, ci spiega i segreti che trasformano la barba in un’arma di seduzione.

Uomini: barba sì ma curata

È il dettaglio cool lanciato dagli stilisti, sfoggiato dai divi, adorato dalle donne. Ogni viso ha il suo stile. Aiuta il tuo partner a decidere foggia e lunghezza

La barba corta e rada

È il marchio di fabbrica dello stilista Tom Ford, mix perfetto di sex appeal ed eleganza. Va bene per chi ha il viso lungo, con fronte alta e mento pronunciato, ma anche per chi ha le guance scavate perché armonizza i volumi e dà carattere.

Il pizzetto

Forse non trasformerà il tuo partner in una star ma è intramontabile e sta bene quasi a tutti perché è molto versatile: con i baffi più pronunciati ammorbidisce i volti dalle mascelle forti, in versione “squadrata” (come Christian Bale) riequilibra quelli tondi.

Adatto anche ai tipi più mediterranei, che con una barba piena rischierebbero l’effetto uomo nero.

La barba ducktail

Lui è un hipster convinto? Gli piacerà: è quella di Jared Leto, per intenderci, lunga almeno cinque centimetri e a punta.

È tra le più trendy ma bisogna saperla portare: rende al meglio con tagli di capelli sfumati alti, con la riga di lato e occhiali neri.

La barba boxata

Si chiama così la barba piena, che abbraccia il viso e segue la mascella, lunga tre, quattro centimentri, un po’ intellettuale e un po’ taglialegna. Sta bene a chi ha i capelli biondi, rossi, castani o brizzolati, meno a chi ha colori scuri. Da abbinare a look informali e taglio non geometrico.

Le cure speciali per mantenere morbida la barba

L’uomo con la barba è cool, ma diciamolo: se ce l’ha ispida, secca e arruffata…vade retro! Ecco le regole da fargli seguire per non correre rischi.

I gesti basici  La prima regola è uguale a quella per i capelli di noi donne: spazzolare a lungo, al mattino e alla sera, rende i peli lucidi e docili. Per ammorbidire e profumare ci sono i balsami senza risciacquo: sostituiscono l’aftershave e sono ideali per barbe corte. Per quelle lunghe, meglio gli oli che nutrono in profondità.

I trattamenti periodici  Sì a uno shampoo specifico, ma non più di una volta a settimana: rischia di modificare il ph della pelle e aumentare la produzione di sebo. Ogni dieci giorni, uno scrub in granuli: evita irritazioni e peli incarniti.

Per le emergenze  Ci vuole il pettine di legno che districa, riordina e assorbe il sebo: da tenere sempre in tasca per un ritocco last minute. Al contrario, quello in plastica è da evitare perché con la sua carica elettrostatica arriccia il pelo e attira “pelucchi” che sporcano la barba.

Gli strumenti ad hoc per la barba

All’apparenza sarà pure incolta ma, in realtà, la barba ha bisogno di manutenzione costante. Ecco il set dei must have da regalare al tuo lui.

Military Brush  È la regina delle spazzole: di forma ovale e con setole in cinghiale, oltre a pettinare perfettamente i peli, pulisce in profondità e ha un’azione energizzante sulla pelle.

Trimmer Regola la forma ed evita l’effetto Neanderthal sugli zigomi. Scegline uno con impostazioni a partire da due millimetri: precisissimo anche sulle barbe di pochi giorni.

Le forbici  Fanno subito gentleman e sono indispensabili per regolare baffi e peli ribelli.

 

Adrien Brody: barba XL e bombata

Riproduzione riservata
dmbeauty

2.868 posts 445k followers

Make up your life

Beauty cards