Lato b

I numeri parlano chiaro: è il momento del lato B. Secondo l’American Society of Plastic Surgery, nell’ultimo anno gli interventi estetici ai glutei sono aumentati del 60 per cento. I primi indizi del trend si erano visti al Met Gala di New York, a maggio, dove a far furore sono state star come Kim Kardashian e Beyoncé, inguainate in abiti effetto nudo. Una di loro, Jennifer Lopez, al celebre “derrière” ha dedicato anche l’ultima hit, Booty.

Non basta? Il regista premio Oscar Paolo Sorrentino, lo ha eletto a simbolo di “grande bellezza”, immortalando le natiche di Madalina Ghenea nella locandina del suo ultimo film Youth. E a New York ha fatto notizia la mostra dell’artista spagnola Catalina Veijo, creatrice di miniature che ritraggono celeb esclusivamente viste da dietro (in vendita su catalinaviejo.com). Vuoi anche tu un sedere a prova di “belfie” (il selfie del posteriore)? Leggi qui.

Valorizza così il tuo lato b

Ora si chiama booty. E per catturare gli sguardi deve essere XL e sodo. Come? Con astuzie e trattamenti a prova di “belfie”

Rassoda i glutei con gli esercizi

«L’attrezzo top per glutei di marmo è la fitball, una palla in pvc gonfia d’aria, di varie grandezze» dice la personal trainer Vivana Ghizzardi. «Obbliga a un allenamento in equilibrio precario che attiva la muscolatura in modo completo e coinvolge dal piccolo gluteo, al medio gluteo all’adduttore, per un risultato evidente e armonico».

Sei già un’esperta di squat e leg lift posteriori? «Invece che a terra, falli sul letto: per compensare la “spinta” assorbita dal materasso potenzi l’allenamento anche del 70 per cento» consiglia l’esperta. Se poi il tuo sogno è un “big booty” stile Kim Kardashian, prova con il suo programma di training personale: un workout di 8 settimane da acquistare on line (gunnarchallenge.com).

Perfeziona il lato b con i ritocchini

Secondo le statistiche, gli interventi di chirurgia estetica più gettonati sono il lipofilling (+15 per cento), che preleva il grasso da una parte del corpo per innestarlo sulle natiche e il lifting ai glutei (+44), che grazie a dei fili, regala un effetto push up permanente.

Ma ci sono anche tecniche soft. «Per definire la silhouette, si può provare Trilipo, un’innovativa radiofrequenza multipolare» spiega Dvora Ancona, medico estetico. «Ha un’azione combinata che elimina gli accumuli adiposi, ricostruisce il collagene e rassoda i tessuti». Per alzare il lato B, invece, il trattamento indicato è la “wirastimolation”: unisce luce infrarossa di tipo A e speciali microcorrenti a media frequenza per una stimolazione che tonifica, solleva e aumenta le rotondità del gluteo.

Valorizza il lato b con il look

Beyoncé & Co insegnano. La parola d’ordine è volume. Non importa che taglia hai, le ultime novità moda ti vengono in aiuto: dai jeans che alzano il fondoschiena (spanx.com) al tubino che modella la silhouette grazie al jersey stretch e a cuciture strategiche (freddy.com/ita_it/wrup).

Esistono anche i “cosmetotessili”, ovvero indumenti che, mentre li indossi, lavorano per te. «Sono pantaloncini, leggings o culotte che contengono microsfere di principi attivi, come la caffeina o la centella asiatica» dice la dermatologa Magda Belmontesi. «Si portano tutto il giorno e l’automassaggio effettuato camminando e sedendosi provoca il rilascio delle sostanze, stimola il microcircolo e rassoda la pelle». Perfetti anche i fuseaux che mimano gli effetti degli infrarossi. Nel filato, racchiudono cristalli in grado di assorbire il calore corporeo che viene convertito in calore attivo. Così il metabolismo si attiva e si bruciano i grassi.

Riproduzione riservata
dmbeauty

2.610 posts 426k followers

Make up your life

Beauty cards